Le storie

Le storie

Testimoniare è dire “Io ho visto, ho sentito e per questo posso raccontare”. Chi ha conosciuto la notte della paura e dello sconforto, ha sentito le proprie parole “a pezzi” può a un certo punto “dire” la speranza ritrovata, il cammino ripreso con più fiducia e nuovo coraggio.
La pedagogia della testimonianza è sempre stata e sempre sarà la strada maestra verso una sana emulazione da parte dell’«ascoltatore di storie». E le storie non piacciono solo ai bambini...
Diceva Don Abbondio, giustamente: “Il coraggio uno non se lo può dare”. Effettivamente non ci sono tecniche per apprenderlo. “Il coraggio lo si apprende per contagio” (Arturo Paoli).

Per leggere una storia fare click sul titolo.

  • Sono partita in una giornata di freddo intenso, con il cielo grigio. Così era il mio animo... Sola con mio figlio, che aveva tante aspettative e mi tartassava di domande,che non aveva trovato mai il coraggio di pormi. Sono tornata a casa in una giornata in cui il sole splendeva in un...
  • E-mail inviata ad un’altra mamma, ma il messaggio è destinato ovviamente a tutti coloro che balbettano e a tutti i genitori di bambini con balbuzie.   Ciao, sono Annamaria, la mamma di Paolo, un bambino meraviglioso, intelligente, generoso, socievole, vivacissimo,con tanti...
  • Riflessioni sul corso della zattera - Antonella di Lecce Si parte!   Sono qui! Ad affrontare le insidie del mare! Le insicurezze del mare! I rischi di quest’ avventura verso "il continente"! Ho capito! Adesso ho capito! La zattera è solo un mezzo per...
  • Riflessioni sul cammino in corso - Antonella di Lecce Carissimi della redazione, non vi scrivevo da tempo... e quindi... Tempo fa vi scrissi come stavo... appena finita la zattera! (febbraio 2001) ...ne è passata acqua sotto i ponti! Quest’anno è passato all’...
  • Daniele, 16 anni, ha seguito un “programma della zattera” insieme al fratello di 10 anni, ognuno inserito in due distinti gruppi suddivisi per età. A 10 giorni dalla fine del corso ci ha inviato un’e-mail in cui ha riassunto le sue considerazioni: Caro Piero, sono...
  • Caro Piero, forse questa è l’unica scadenza che sono riuscita a rispettare, probabilmente perché non l’ho stabilita io... Anche se sono stata sempre convinta che sarebbe stato un fatto positivo, non solo pormi delle scadenze ma soprattutto organizzare la mia giornata, la...
  • Come ho già scritto in precedenza, ora non mi vergogno più della mia balbuzie. Anzi, sono stato capace di “confessarlo” e di parlarne senza problemi con molti dei miei amici. Mi hanno capito e la stragrande maggioranza di loro non se ne era mai accorta, forse perch...
  • Carissimo Piero, rispondo con un po’ di ritardo perché in questi giorni sono stata con i bambini a casa dei nonni. A tutti ho parlato della nostra esperienza a Roma che giudico veramente positiva non solo per Simone, ma per tutta la nostra famiglia. Ha rappresentato, infatti,...
  • Caro Piero, che bella sorpresa e che gioia sapere di te dopo tanti anni. Alceu mi ha girato cortesemente il tuo messaggio... Son passati 30 anni da quando abbiamo fatto il trattamento con te a Porto Alegre e sembra ieri... Ricordi così belli rimangono indelebili nella memoria. Oggi scriver...